venerdì 28 febbraio 2020
Casa Ascoli, via Ascoli 1
ore 18.30

SILVIA TORRI
Flirt

di e con Silvia Torri
aiuto regia Rita Giacobazzi
musiche Niccolò Pozzi
co-produzione Piccolo Teatro Patafisico

Una donna. Una stanza. Un preservativo femminile.
Ricordi del passato e incertezze del presente animano un mondo di oggetti che si interrogano sulla vita e sui rapporti, ma soprattutto si iscrivono a Tinder (l’app oggi più utilizzata per fare nuovi incontri) sperando di incontrare l’anima gemella.
In un mondo che dà poche certezze, è possibile proteggersi?
Con grande abilità Silvia Torri mantiene il discorso sempre su un doppio livello che unisce gli oggetti-personaggi all’interno dello spettacolo e gli oggetti nella realtà della vita al di fuori dalla cornice teatrale.

Nonostante la serietà dei temi raccontati che vanno a toccare anche la sfera più intima della vita sessuale ed emotiva, come ad esempio la “colpa” di un rapporto mal riuscito, Silvia Torri arriva ad alleggerire il discorso con un umorismo sano e mai superficiale.  Con pochi oggetti su un piccolo tavolo nero ma con tanta energia e dedizione, l’attrice racconta dal profondo cuore del nostro tempo. Sullo sfondo della scena plastica da imballaggi, simbolo della produzione in serie ma allo stesso tempo elemento di protezione dall’esterno, la protezione da un vero contatto con il mondo circostante.

Spettacolo vincitore del Progetto Cantiere 2018 che con ironia e intelligenza, attraverso il teatro di oggetti per una sola animatrice, tocca i rapporti interpersonali spingendosi nella sfera più intima e nascosta.

ph©Carlo Lastrucci

Gallery